Jill’s film: storia di un’attivista per la liberazione animale

Jill’s Film

” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

Jill Phipps era un’attivista per i diritti animali uccisa nel 1995 durante una protesta contro l’esportazione di vitelli vivi. Questo film commemora la sua vita e spiega quali sono le ragioni degli attivisti per i diritti animali.
Il sito in memoria di Jill
Jill Phipps era un’attivista inglese per i diritti animali. Viveva a Coventry, Inghilterra. Il 1 Febbraio 1995, Jill é stata schiacciata a morte sotto le ruote di camion che trasportata vitellini vivi verso l’aeroporto di Coventry a Baginton, Inghilterra, per essere spediti ad Amsterdam per la distribuzione europea. 10 dei 33 attivisti presenti  avevano rotto le linee della polizia e stavano cercando di fermare il camion sedendosi in mezzo alla strada o incatenandosi ad esso. Jill è stata schiacciata dalle ruote del camion e le tue ferite mortali, inclusa la rottura della spina dorsale. Il fratello di phipps, Zab, ha commentato: ” Jill è stata schiacciata ed è morta durante la corsa all’ospedale. Nostra madre Nancy, era con lei. Il conduttore dell’autocarro non è stato accusato, nemmeno di guida senza dovuta attenzione.”
Il Crown Prosecution Service ha deciso che non c’erano abbastanza prove per imputare l’autista, Stephen Yates. la famiglia di Jill crede che sia la polizia ad essere responsabile per la sua morte, ato che la polizia sembrò determinata a mantenere in movimento i convigli di camion, nonostante la protesta.
L’esportazione di vitello dall’aeroporto di Coventry terminò alcuni mesi dopo, quando la compagnia aerea appartenente al pilota responsabile dei voli di vitelli, Christopher Barrett-Jolley, andò in bancarotta in seguito alle accuse di traffico d’armi dalla Slovacchia al Sudan violando le norme EU. Nel 2006 fu accusato del contrabbando di 271 kg di cocaina dalla Giamaica verso l’aeroporto Southend. il costante livello di protesta era tale che i consigli comunali vietarono l’esportazione di capi vivi dalle loro località. Tutte le esportazioni vive di vitelli si fermarono definitivamente più tardi a causa dell’infezione di BSE.
nel 2006 questo divieto venne annulato ma l’aeroporto di Coventry promise che avrebbe rifiutato le richieste di far volare vitelli.
(traduzione a cura di monsieru colette da Remember Jill Phipps myspace page )
This entry was posted in animalismo, liberazione, movimenti, veganismo and tagged , , , , . Bookmark the permalink.